ILO: la microfinanza può portare lavoro dignitoso?

La nuova ricerca dell’ ILO – International Labour Office pubblicata il 17 febbraio 2015 sostiene che sia possibile raggiungere e aiutare gli imprenditori e lavoratori nell’economia informale attraverso le istituzioni di microfinanza (MFI).

Lo studio Microfinance for Decent Work – Enhancing the impact of microfinance: Evidence from an action research programme («Microfinanza per il lavoro dignitoso – Migliorare l’impatto della microfinanza: risultati di un programma di azione e di ricerca») è stato condotto dal Programma di Finanza Sociale dell’ ILO in collaborazione con l’Università di Mannheim in Germania.

In diversi mercati emergenti, le istituzioni di microfinanza sono molto importanti e forniscono servizi finanziari a migliaia, se non a milioni, di piccole e micro imprese. Siccome la relazione primaria di queste istituzioni con gli imprenditori spesso comporta un prestito aziendale, diventa possibile farne punto di partenza a partire da quale migliorare le condizioni del settore.

Dal 2008 al 2012, l’ ILO ha collaborato con 16 istituzioni di microfinanza per valutare diversi metodi di potenziamento dell’impatto sociale attraverso l’erogazione di innovanti servizi finanziari e non.

Eliminare il lavoro minorile, favorire la formalizzazione delle imprese, ridurre i rischi e migliorare i risultati delle imprese attraverso il miglioramento delle condizioni di lavoro — sono questi gli obiettivi di lavoro dignitoso perseguiti dalle istituzioni di microfinanza nel quadro del programma di azione e di ricerca Microfinance for Decent Work («Microfinanza per il lavoro dignitoso» – MF4DW).

Fonte: Organizzazione Internazionale del Lavoro
Leggi l’articolo dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (italiano)
Consulta la ricerca dell’International Labour Office (inglese, francese, spagnolo)

Tutti nello Stesso Piatto – Tour Toscana

Dal 6 all’8 marzo 2015 presso il Cinema Odeon di Firenze si terrà “TUTTI NELLO STESSO PIATTO – Tour Toscana”: una rassegna di film, documentari e corti di animazione sul cibo e la sostenibilità alimentare promossa dal circuito dei Gruppi d’acquisto solidali fiorentini in collaborazione con il festival internazionale “Tutti nello stesso piatto”di Trento.

La rassegna, arrivata alla seconda edizione, è un’occasione di incontro con il cinema e la cultura di Europa, Asia, Africa e America Latina, con i loro cineasti e protagonisti, attraverso i temi del cibo, della biodiversità, della sovranità alimentare, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

C’è un legame tra quello che accade in Asia, Africa, America Latina e le nostre abitudini e scelte alimentari.

Con “Tutti nello stesso piatto” si vuole far luce su questo legame, offrendo all’attenzione del pubblico film e documentari che raccontano il funzionamento delle produzioni agroalimentari e della pescicoltura – ma anche quello delle filiere del commercio equo – e le loro ripercussioni sull’ambiente e sulla società.

Cambiare si può, anche andando al cinema. Questo è l’impegno del Festival: ristabilire il flusso di conoscenza tra consumatore e cibo. Il mostrare, il documentare, il raccontare il processo di produzione che sta dietro il cibo è – oggi più che mai – un atto culturale. E’ qui che risiede l’urgenza di “Tutti nello stesso piatto”.

PerMicro è tra i sostenitori dell’evento.

 

Pagina Facebook: Tutti nello stesso piatto Tour Toscana

Profilo Twitter: TNSP Toscana

1° Giornata Nazionale della Microfinanza: le soluzioni al quiz

In seguito alla conclusione della 1° Giornata Nazionale della Microfinanza, venerdì 30 gennaio 2015, PerMicropubblica le soluzioni al quiz “Quanto conosci il microcredito” che ha lanciato per l’occasione.

Tutte le soluzioni alle risposte sono recuperabili all’interno delle diverse sezioni del sito; qui di seguito corrispondono all’opzione evidenziata.

1. Qual è stata la prima esperienza di microcredito nella storia?

– Grameen Bank
– Monti di Pietà
– Tontines e associazioni di credito rotativo

2. Quale premio ha ricevuto Muhammad Yunus nel 2006?

– Care Humanitarian Award
– Bangladesh Bank Award
– Nobel Prize for Peace

3. Il microcredito è uno strumento finanziario rivolto a chi non riesce ad accedere al credito tradizionale a causa di mancanza di garanzie reali oppure per insufficiente storico creditizio. Qual è l’ammontare massimo stabilito dalla Commissione europea?

– 10.000 euro per esigenze familiari e 25.000 euro per l’avvio o lo sviluppo di attività imprenditoriali
– 10.000 euro per esigenze familiari e 30.000 euro per l’avvio o lo sviluppo di attività imprenditoriali
– 20.000 euro sia per esigenze familiari che per l’avvio o lo sviluppo di attività imprenditoriali

4. Nel Titolo I dell’art. 111 del Testo Unico Bancario entrato in vigore dal 16/12/14 si disciplina/disciplinano:

 l’attività di microcredito per l’avvio o lo sviluppo di iniziative imprenditoriali e per l’inserimento nel mercato del lavoro
– l’attività di microcredito finalizzata a promuovere progetti di inclusione sociale e finanziaria destinati a persone fisiche che si trovino in condizioni di particolare vulnerabilità economica o sociale
– i requisiti degli operatori di finanza mutualistica e solidale

5. PerMicro è la più importante società di microcredito in Italia ed opera su tutto il territorio nazionale con una chiara mission sociale. Quante filiali ha attualmente sul territorio nazionale?

– 17
– 14
– 10