Advanced course in Social Innovation, SDGs and Entrepreneurship

PerMicro and SocialFare will be academic partners of the International Labour Organization and the Turin School of Development in the “Advanced Course in Social Innovation and Sustainable Development: Entrepreneurship for Social Impact” held between 27 November 2017 – 09 March 2018.

The Advanced Course combines the sound academic background of the Academia with the ITC ILO’s international training experience as well as the consolidated technical capacity of PerMicro, microcredit specialised company, and SocialFare®, Centre for Social Innovation.

Deadline for application: 31 October 2017

  • Global development trends show that social exclusion, youth unemployment, migrant integration, climate change, ageing society are escalating in severity and urgency.
  • The 2030 Agenda for Sustainable Development and the Sustainable Development Goals (SDGs) require the integration of three dimensions: Social equity, Economic development and Environment protection.
  •  A crucial role for social innovators and entrepreneurs in the implementation of the SDGs is expected in the medium term. Government agencies are encouraged to seek out “the best social innovations” in their programs, and provide opportunities for entrepreneurs to use their new models to scale their services through public-private partnerships.
  • The SDGs offer an opportune framework for many social enterprises to adopt initiatives to contribute to a number of goals relating to poverty reduction or access to food, health, education, etc,.
  • Transition to a sustainable development pathway could be accelerated by a combination of innovative social design and innovative social solutions which ultimately create new service markets. Social innovation helps social enterprises to increase service placement opportunities in existing markets. Nevertheless, a much more widespread support for practical skills in design, prototyping, experiments, social investment and evaluation is necessary.

Check the leaflet for additional information!

Pari opportunità nel lavoro che cambia

Workshop –Le agevolazioni regionali per l’imprenditoria femminile. Pari opportunità per un mondo che cambia –
Martedì 10 ottobre 2017 ore 9.00-13.00

La responsabile PerMicro Triveneto Ovest, Valentina Vedolin, terrà un intervento dal titolo “Lo strumento del microcredito” in occasione del workshop a cura del Centro Produttività Veneto.

L’evento è rivolto a donne occupate, inoccupate o disoccupate e la partecipazione è completamente gratuita perché finanziata dal FSE – Regione Veneto.

SEDE
Dipartimento Scuola Arte e Mestieri della Fondazione Centro Produttività Veneto via Rossini 60 (incrocio via Nicotera)

INFORMAZIONI E MODALITÀ DI ADESIONE
Fondazione Centro Produttività Veneto Via Montale, 27 Vicenza tel. 0444-994745
e-mail: sni@cpv.org
Iscrizioni: sul sito www.cpv.org – Servizio Nuova Impresa

Scarica la locandina dell’evento!

3° Giornata Europea della Microfinanza: 20/10/2017

Il 20 ottobre 2017 si celebra la 3° Giornata Europea della Microfinanza: questa edizione sarà incentrata sui nostri clienti.

Nel 2014, nell’UE sono stati contati 30,6 milioni di lavoratori autonomi. Di questi, 24,5 milioni erano donne, giovani (15-24 anni), anziani (50-64 anni), nonché quelli che erano disoccupati nell’anno precedente o che sono nati all’esterno dell’Unione Europea. Anche se ciò rappresenta la maggior parte delle attività di auto-occupazione, le persone di questi gruppi sono spesso meno inclini a partecipare alla creazione di imprese e alle attività di auto-occupazione rispetto alla maggior parte della popolazione. Di solito si trovano ad affrontare diverse e più grandi barriere nella creazione d’imprese e allo sviluppo del loro business. Tuttavia, le persone provenienti da questi gruppi possono avere successo nell’imprenditorialità se si dà loro il giusto supporto giusto [1].

Le cifre sopra indicano chiaramente che esistono ancora molte barriere per gruppi specifici della popolazione che hanno bisogno di opportunità di autonoma occupazione per integrarsi meglio nella società. Questa situazione è particolarmente aggravata da crisi economiche cicliche che hanno un impatto immediato sull’offerta di servizi finanziari accessibili e sui livelli di disoccupazione, considerati uno dei principali fattori di esclusione finanziaria e sociale.

Poiché la maggior parte di queste popolazioni non dispongono di opportunità di lavoro autonomo a causa delle difficoltà nell’accesso ai servizi offerti dal settore finanziario formale, si affacciano su accordi finanziari informali che sono onerosi e vengono a costi proibitivi. Gli individui in questo segmento di mercato escluso sono i clienti della microfinanza.

3° Giornata Europea della Microfinanza

Ma chi sono esattamente questi clienti? In termini generali, i diversi settori della popolazione sono definiti l’obiettivo principale del settore della microfinanza:

  • Giovani, quelli che soffrono dell’impatto della disoccupazione
  • Anziani che vengono spostati dal mercato del lavoro
  • Le donne, in particolare le madri single
  • Minoranze (ad esempio Roma) e migranti
  • Popolazioni rurali che non hanno accesso ai servizi finanziari formali
  • I disoccupati che hanno molte idee imprenditoriali
  • I lavoratori salariati hanno incoraggiato l’auto-lavoro da parte delle imprese che cercano di ridurre i costi fissi
  • Persone a basso reddito che cercano ulteriori opportunità di generazione di reddito

Questi gruppi costituiscono la percentuale più elevata di clienti che si rivolgono alla microfinanza cercando opportunità. Non possiamo dimenticare anche coloro che sono esposti a spese finanziarie inaspettate o le persone incapaci di coprire anche bisogni di base temporanei (ad esempio istruzione, trasporto, costi di assistenza sanitaria ecc.).

Tutte queste persone sono considerate come la fetta di popolazione non servita dal mondo finanziario e la fornitura a questi soggetti di servizi finanziari alternativi rappresenta l’obiettivo ultimo del settore delle microfinanza.

Per questa terza Giornata Europea della Microfinanza, metteremo l’attenzione su queste persone. Vogliamo evidenziare la loro diversità, le motivazioni, le preoccupazioni, ecc. E vedere come la microfinanza possa meglio soddisfare le loro esigenze attuali e future.

Il 20 ottobre la Rete Italiana della Microfinanza (RITMI) organizza una giornata a Siracusa arricchita da numerosi interventi. Scarica l’agenda della giornata!

Per approfondire tutte le azioni locali che si svolgeranno a livello europeo per la 3° Giornata Europea della Microfinanza, clicca qui!

[1] « The Missing Entrepreneurs 2015. Policies for Self-employment and Entrepreneurship ». OECD, 2015