Impatto sociale di PerMicro a cura del Centro Tiresia – PoliMi

L’ecosistema dell’imprenditorialità sociale sta attraversando un periodo di crescita e trasformazione che ha come conseguenza l’ingresso di nuovi attori e l’emergere di nuove esigenze e opportunità per i soggetti che tradizionalmente lo popolano. Un esempio è la graduale, ma significativa, comparsa degli investitori ad impatto sociale i quali, utilizzando architetture proprie del mondo della finanza tradizionale, presentano specifiche necessità in termini di misurazione e rendicontazione.

L’utilizzo di un buon sistema di misurazione dell’impatto sociale può giocare un ruolo cruciale nell’attivare e facilitare la comunicazione e le relazioni tra i diversi soggetti quali policy makers e organizzazioni del Terzo settore e dell’imprenditoria sociale.

PerMicro ha compreso l’importanza di disporre di un sistema di misurazione dell’impatto sociale quale strumento di controllo, pianificazione, comunicazione e monitoraggio per massimizzare l’efficienza ed efficacia della propria attività. Per questo motivo, tra il 2015 e il 2017, ha incaricato il Centro Tiresia del Politecnico di Milano di condurre un’analisi sull’impatto sociale dei propri microcrediti erogati tra il 2009 e il 2014. Nel mese di maggio 2017 sono resi pubblici i risultati finali della ricerca condotta dai i professori e i ricercatori Irene Bengo, Mario Calderini, Debora Caloni.

Uno degli impatti più rilevanti è sicuramente quello generato sulle persone che, prima di ricevere un prestito da PerMicro, risultavano non bancabili non avendo accesso al credito tramite canali tradizionali. Infatti, nei quasi 6 anni oggetto della ricerca, più di 500 imprenditori e più di 1.600 famiglie sono passati da essere non bancabili a bancabili.

Tra i benefici per l’amministrazione pubblica, invece, si evidenzia per le imprese una riduzione della spesa pubblica di circa 3 milioni di euro l’anno e un aumento delle entrate statali che risulta essere mediamente di circa 12 milioni l’anno; mentre per le famiglie l’aumento delle entrate statali corrisponde a circa 5 milioni in sei anni.

Infine è importante mettere in risalto i benefici generati per imprenditori e famiglie in termini di risultati, che vanno dalla generazione di nuovi posti di lavoro, alla crescita dell’impresa, dall’accesso alle cure mediche, alla riduzione del numero di famiglie che vivono sotto la soglia di povertà.

Il Prof. Mario Calderini, Centro Tiresia – Politecnico di Milano, commenta: “La sfida della misurazione dell’impatto del microcredito è ancora aperta ma il caso di PerMicro dimostra che questa sfida può essere affrontata con strumenti metodologici fondati scientificamente, che consentono di misurare e quantificare il valore sociale generato, in tutte le sue molteplici articolazioni. Consapevolezza e condivisione, unite a rigore metodologico, sono gli elementi che devono ispirare i prossimi esercizi di misurazione”.

L’Amministratore Delegato di PerMicro, Andrea Limone, aggiunge: “Un grande risultato è quel “51” che corrisponde alla percentuale di imprenditori che hanno avuto accesso a forme di finanziamento tradizionale dopo il prestito di PerMicro. La bancabilità dei nostri clienti è la nostra mission: la strada è ancora lunga, ma questi risultati indicano che stiamo andando nella direzione giusta, cioè quella dell’inclusione finanziaria. Per questo motivo abbiamo scelto di proseguire nella collaborazione con il Centro Tiresia avviando una nuova edizione della ricerca che approfondirà anche nuovi aspetti di inclusione.”

Scarica la ricerca!

Download the research!

Leggi l’articolo de Il Sole 24 Ore!

PerMicro stringe accordo con la Banca Alpi Marittime

Accordo fra BAM e PerMicro
per offrire strumenti di microfinanza e di microcredito

 PerMicro ha sottoscritto un accordo con la Banca Alpi Marittime: con esso hanno condiviso i principi di una finanza eticamente orientata riconoscendo la presenza di soggetti esclusi dal sistema bancario ai quali si intende dare un’opportunità di crescita e di inclusione anche attraverso gli strumenti di microfinanza, in particolare col microcredito.

Il progetto potrà anche sostenere le persone in condizioni di vulnerabilità economica e sociale, nonché aiutare coloro che vogliono avviare una microimpresa non solo con un finanziamento, non possibile attraverso i tradizionali canali bancari, ma offrendo anche il necessario tutoraggio per l’avvio dell’attività. Il microcredito si differenzia infatti dai prestiti bancari per il piccolo taglio dei crediti, per la tipologia di clienti, per l’assistenza tecnica e il monitoraggio delle attività finanziate con il prestito e per il bilanciamento tra gli interessi dei finanziatori e il bisogno di denaro di chi richiede il prestito.

Banca Alpi Marittime viene fondata il 4 giugno 1899 con la denominazione “Cassa Rurale di depositi e prestiti di Carrù”. Il credito cooperativo carruccese attualmente opera sul territorio attraverso un totale di 21 filiali di cui due sedi distaccate a Torino e Loano, coprendo un’area complessiva di 95 Comuni di “competenza”.

Per maggiori informazioni su Banca Alpi Marittimewww.bancaalpimarittime.it

Leggi il comunicato stampa!

Treviso: “Microcredito, Cos’è, come funziona, come richiederlo”

Programma della giornata

Mattina
9.15: Registrazione dei partecipanti
9.30: Saluti iniziali e apertura dei lavori Mario Pozza – Presidente CCIAA Treviso-Belluno
9.45: Il microcredito come strumento di sviluppo – modalità di funzionamento del Fondo di Garanzia dott. Paolo Carlucci
10.45: La misura del SELFIEmployment nell’ambito della Garanzia Giovani dott. Stefano Battaggia – Ente Nazionale per il Microcredito
11.00: Coffee break
11.15: Tavola rotonda: il ruolo della banca, modalità di accesso al credito e criteri di valutazione del progetto d’impresa Banca Etica, PerMicro, Gruppi bancari del territorio Moderatore: dott. Paolo Carlucci
12.45: Dibattito
13.00: Pausa pranzo
Pomeriggio
14.00: Come presentare un progetto per una richiesta di finanziamento con il microcredito
15.00: Case history – presentazione di due progetti finanziati grazie al microcredito
16.30: Quesiti
17.00: Chiusura lavori

Iscriviti all’evento!

PerMicro al “Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale”

L’Agenda ONU 2030 chiama imprese, istituzioni e organizzazioni a concorrere al raggiungimento di ambiziosi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.
Qual è la situazione ad oggi? E quali gli impegni e le sfide per il futuro? Questo il tema della tappa bolognese de “Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale”, che si terrà a Bologna il 29 e 30 maggio.

La tappa bolognese avrà come focus gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), con l’obiettivo di indagare come imprese, istituzioni e organizzazioni stiano concorrendo al raggiungimento degli SDGs. L’evento intende promuovere un confronto multistakeholder sul tema, rivolto in primo luogo agli studenti, per mostrare come tutti questi attori stiano contribuendo concretamente al raggiungimento degli obiettivi stessi attraverso specifici progetti e/o iniziative di rilievo.

Lunedì 29 maggio pomeriggio verrà organizzata presso l’Aula dei Poeti di Scienze Politiche una sessione introduttiva intitolata “Aspettando il Salone”.

Martedì 30 maggio si svolgerà una giornata di confronto al Teatro Comunale di Bologna.

PerMicro, nella persona di Francesca Francese – Responsabile PerMicro Emilia-Romagna – porterà la propria testimonianza all’interno della tavola rotonda “Inclusione sociale: Dare accesso alle opportunità”, focalizzata sul SDG 10 “Ridurre le disuguaglianze”, che si terrà il 30 maggio pomeriggio. Alla tavola rotonda interverranno, oltre a PerMicro, Coop Camelot, Emilbanca, e il Comune di Bologna.

Consulta il programma!

Microfinanza e sviluppo responsabile: convegno a Roma

“Microfinanza e sviluppo responsabile”
4 maggio 2017 ore 14
Rettorato, aula Organi Collegiali
Università di Roma
Piazzale Aldo Moro, 5 – Roma

Giovedì 4 maggio in Aula Organi Collegiali si svolgerà il dibattito  MICROFINANZA E SVILUPPO RESPONSABILE in cui verrà presentato il progetto “Verso una Casa della Microfinanza” promosso dalla sezione di Cooperazione Internazionale di Fondazione Roma Sapienza con i Rotary Roma Ovest, Roma Parioli, Roma Tevere e Monterotondo Mentana e il patrocinio del Rotary Distretto 2080.

La microfinanza offre a soggetti “non bancabili” opportunità per avviare piccoli progetti produttivi capaci di innescare processi virtuosi di crescita del capitale umano, driver della crescita economica e individuale.

La microfinanza, nata per offrire soluzioni più solide rispetto alle convenzionali politiche di cooperazione allo sviluppo, va estendendosi anche nei Paesi avanzati ove abbondano aree di disagio e conseguenti difficoltà di accesso al credito formale.

Il dibattito viene introdotto dal Rettore Eugenio Gaudio e dal presidente di Fondazione Roma Sapienza Antonello Folco Biagini.

A seguire presentano il progetto Roberto Pasca di Magliano (Fondazione Roma Sapienza-Cooperazione Internazionale) il Governatore del Rotary Distretto 2080.

Si confrontano le istituzioni: Mario Baccini (Ente Nazionale per il Microcrecredito), Bernardo Bini Smaghi (Cassa Depositi e Prestiti)*, Roberto Parmeggiani (Banca d’Italia)*, Raffaele Rinaldi (ABI), Gianluca Massimi (Fondo Europeo per gli Investimenti).

Ne parlano gli Operatori: Emanuele Cabras (COOPFIN), Andrea Limone (PerMicro), Andrea Nardone(Fondazione Risorsa Donna).

Conclude: Mario la Torre

Scarica la locandina

The EU Commission delivered PerMicro the European Code of Good Conduct

In 2012 PerMicro applied for the European Code of Good Conduct for Microcredit Provision and started  the long journey of implementing the set of clauses the Code asks for in five different areas: Customer and Investor Relations, Governance, Risk Management, Reporting Standards and Management Information Systems. Furthermore, in order to achieve compliance with the Code, we also had to disclose various data linked to our financial and social performance.

PerMicro already had a strongly ethical structure which mainly resembled some clauses of the Code especially referring to its transparency towards customers and stakeholders, its company structure and organisation, its risk and finance management as well as its ICT equipment). In 2015 PerMicro was selected to be part of the pilot phase of the project to test the tool: during this phase the company collaborated with consultants such as Micro Finanza Rating and the EU institutions.

In 2017 the European Commission delivered PerMicro the Certificate of Award concerning the Compliance with the European Code of Good Conduct: we are one of the first MFIs in Europe to receive it.

We are very happy and proud for receiving this important certification.
Many thanks to the European Commission (EU)European Investment Bank (EIB) and European Investment Fund (EIF) for creating tools which allow MFIs to conduct their self-assessment.
Thank you also to the Institutions which worked with us and helped our improvement: we are grateful to European Commission and Micro Finanza Rating for involving and supporting us in the pilot phase, in particular in some aspects such as the relationship and better understanding of our customers.
Lead by the European Code of Good Conduct, PerMicro will keep working to strengthen and promote microcredit in Europe.

Watch the video to learn more about the Code…

Concorso fotografico “Scatta l’Impresa”

Scarica il Regolamento

Scarica la Scheda di Iscrizione e Liberatoria Privacy (per fotografi)

Scarica la Liberatoria Privacy (per imprenditori fotografati)

 

Il microcredito

Il microcredito è uno strumento di inclusione finanziaria e sociale per soggetti esclusi dai tradizionali canali di credito: in particolare, il microcredito alle imprese incentiva l’autoimpiego ed è generatore di nuovi posti di lavoro.

Il concorso

PerMicro, con il supporto di Council of Europe Development Bank (CEB) e la collaborazione dell’Istituto Europeo di Design (IED) e CAMERA – Centro Italiano per la fotografia, lancia l’iniziativa “Scatta l’Impresa”, un concorso fotografico, rivolto a tutti coloro che si iscriveranno compilando la scheda d’iscrizione e presenteranno una fotografia che rappresenti una microimpresa sostenuta da PerMicro.

Gli obiettivi

  • Diffondere la cultura del microcredito nel contesto sociale, economico e culturale italiano
  • Rappresentare la varietà delle microimprese sostenute da PerMicro su tutto il territorio nazionale

 

Ambito territoriale e tempi

Possono partecipare persone maggiorenni domiciliate nelle regioni in cui presente PerMicro: Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana e Veneto.
Durata del concorso: dal 18 aprile al 31 agosto 2017, l’ultimo giorno utile per l’adesione è il 21 agosto 2017.

Caratteristiche tecniche delle immagini

  • Fotografie b/n e a colori, inedite con inquadrature sia verticali che orizzontali
  • Risoluzione: 300 dpi
  • Formato .jpg
  • Ogni immagine dovrà essere titolata

 

La giuria

La valutazione delle fotografie sarà effettuata entro dicembre 2017 da una giuria composta da membri interni dell’azienda promotrice, un membro di Council of Europe Development Bank (CEB), un membro dell’Istituto Europeo di Design (IED) e un membro di Camera – Centro Italiano per la Fotografia.

I premi

Il valore complessivo del montepremi è di € 1.700:

  • 1° classificato: buono Amazon del valore di 1.000 euro
  • 2° classificato: buono Amazon del valore di 500 euro
  • 3° classificato: buono Amazon del valore di 200 euro

 

I buoni regalo Amazon e il saldo residuo degli stessi hanno una validità di 10 anni a partire dall’emissione e non sono convertibili in denaro.

Microcredito a Milano: Bando “Agevola Microcredito”

Il “Bando Agevola Microcredito” è promosso dalla Fondazione Welfare Ambrosiano.

Elemento sostanziale dell’iniziativa, nata per promuovere il Microcredito a Milano, è affiancare ad un contributo di abbattimento del tasso di interesse, un programma personalizzato di accompagnamento, che FWA realizza con la collaborazione di alcuni enti e associazioni del territorio tra cui anche PerMicro e PerMicroLab Onlus.


Come funziona?

1. Richiesta di Microcredito: FWA intercetta le richieste e valuta la maturità del progetto imprenditoriale, per poi orientare il richiedente alla fase successiva:

  • Maturo –> il richiedente prende contatto con le associazioni PerMicroLab e Vobis per la valutazione della sostenibilità del Business Plan e la raccolta della documentazione per presentare richiesta alla banca scelta (tra le quali anche PerMicro)
  • Idea ancora poco concreta –> il richiedente viene indirizzato a Micro2, Progetto Virgilio, PerMicroLab per accompagnamento alla creazione del Business Plan e del progetto d’impresa

 

2. Microcredito erogato (da parte di PerMicro o ISP o Unicredit) –> il beneficiario fa domanda di Bando:

  • FWA valuta l’ammissibilità della richiesta, delle spese e assegna il contributo
  • FWA avvia il percorso di accompagnamento post erogazione (18 mesi): formazione in Formaper e assegnazione Mentor (Associazione Vobis o PerMicroLab)
  • Vobis/PerMicroLab svolgono attività di accompagnamento condividendo con FWA le attività

 

Consulta tutte le informazioni relative al Bando.

La sfida dell’impatto: il microcredito

La sfida dell’impatto: il microcredito
mercoledì 29 marzo 2017, ore 14.15-17.30
Sala Falck di Assolombarda, via Chiaravalle 8, Milano

Uno strumento strategico in grado di promuovere inclusione sociale e sviluppo dell’imprenditorialità, soprattutto giovanile. Com’è la salute del Microcredito in Europa e, specificatamente, in Italia? Quante risorse vi affluiscono?
Con quale impatto misurabile?

Ineludibile è il tema dei tassi applicati e, a monte, delle garanzie e di eventuali interventi filantropici che possano mitigarli. Relazioni ed opinioni a confronto con l’intervento di alcuni dei principali attori del settore.

Saluti di apertura
Carlo Antonio Pescetti, Consigliere Delegato, Fondazione Sodalitas

Perché oggi parliamo di microcredito: il ruolo di Fondazione Sodalitas
Aldo Cavadini, Consigliere d’Indirizzo, Fondazione Sodalitas

Imprenditoria sociale e microcredito per combattere le disuguaglianze sociali: una visione europea
Alessandro Pastres, Responsabile Terzo Settore, BNL – BNP Paribas

Unione Europea e Regione Lombardia: il caso Jeremie
Paolo Zaggia, Responsabile Servizi Europa, Finlombarda

Lo stato dell’arte e le sfide del settore del microcredito in Italia
Giampietro Pizzo, Presidente, RITMI

Discussion Panel: la parola agli operatori
Banca Popolare Etica, Ermenegildo Russo, Responsabile Filiale di Milano
PerMicro, Andrea Limone, CEO
Crinali cooperativa sociale Onlus, Elena Gavazzi, Vicepresidente
Erga cooperativa sociale, Luca Sartorato, Presidente

Modera: Tiziano Vecchiato, Direttore Generale, Fondazione Zancan

Q&A e conclusioni
Per iscrizioni: CLICCA QUI
Per informazioni: sodalitas@sodalitas.it -0286460236

Lumìa – La ricetta segreta della nonna: un amaro di successo!

Siamo veramente orgogliosi di condividere il successo, recensito anche dal quotidiano Repubblica – Palermo, dei giovani imprenditori di successo che a Catania sono stati sostenuti dal microcredito di PerMicro per avviare il loro progetto di impresa “Lumìa” all’insegna di un’antica ricetta di tradizione famigliare. Continuate così, ragazzi!

Scoprite di più sul loro sito: www.mangiantosa.it

GiornaleGiornale2