Glossario Finanziario

All | # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
There are 8 names in this directory beginning with the letter P.
Piano di ammortamento
È il piano di restituzione del capitale preso a prestito più gli interessi. Alla firma del contratto il cliente si impegna a rispettare le scadenze di pagamento previste e a versare le relative rate per tutta la durata del finanziamento. Per i prestiti personali il più diffuso è il piano di ammortamento alla francese.

Prestito
Con il termine prestito si indica il finanziamento da parte di una Banca o di una Società Finanziaria di una somma di denaro che il debitore si impegna a restituire secondo un piano rateale costante a un tasso di interesse generalmente fisso.

Prestito finalizzato
È un finanziamento acceso generalmente presso un rivenditore di beni o servizi per dilazionare il pagamento nel tempo; in pratica il negoziante si convenziona con l’operatore finanziario per consentire ai propri clienti pagamenti rateali. I clienti, oltre al prezzo di acquisto, pagano una provvigione ulteriore che va all’operatore finanziario. L’importo è erogato direttamente al negoziante.

Prestito non finalizzato
È un finanziamento – erogato direttamente dall’operatore finanziario al cliente – che non vincola all’acquisto di uno specifico bene o servizio. Non esiste la figura del fornitore convenzionato, quindi la somma finanziata viene versata direttamente al richiedente.

Prestito Personale
È un prestito non finalizzato di importo non superiore ai 30.000 euro. Prevede il pagamento di un tasso d’interesse in genere fisso ed è rimborsabile secondo un piano di ammortamento a rate costanti.

Preventivo
È un documento che contiene tutte le informazioni sui costi di un determinato bene o servizio. Su richiesta è messo a disposizione dal fornitore o dall’esercizio commerciale presso cui si ha intenzione di effettuare un acquisto. Nel caso si voglia fare un investimento per la famiglia o per un’attività imprenditoriale è molto importante raccogliere tutti i preventivi utili, richiederli a fornitori diversi e confrontarli tra loro. Questo permette di avere informazioni complete sugli impegni di pagamento, controllare meglio le spese della famiglia e dell’impresa, scegliere i fornitori giusti e le proposte più convenienti.

Privacy
L’Italia protegge il diritto alla riservatezza dei dati personali. Nessun soggetto quindi può utilizzare i dati personali di cui è entrato in possesso, anche se a fornirglieli è stata la persona interessata. Fin dalla fase di istruttoria di una pratica di credito il richiedente deve dare all’operatore finanziario una serie di informazioni (le generalità, la residenza, la situazione creditizia) e nello stesso momento deve firmare un’autorizzazione a “trattarli” – cioè utilizzarli – senza la quale la pratica non potrebbe procedere. È importante non dimenticare che gli operatori finanziari sono così autorizzati ad accedere ai dati sensibili messi a disposizione dalle centrali rischi per verificare lo storico creditizio del richiedente.

Protesto
A differenza della segnalazione come “cattivo pagatore”, il protesto è un atto pubblico, cioè comporta l’intervento di un pubblico ufficiale. Viene emesso nei confronti di chi firma un assegno scoperto o ritarda il pagamento di una cambiale. In questi casi il protestato viene inserito nel “Registro informatico dei protesti” e finché sarà presente in questi elenchi non avrà modo di beneficiare di nuovi prestiti. Il pagamento della somma dovuta non comporta la cancellazione automatica dal registro. Se il debitore regolarizza la sua posizione entro un anno dalla data del protesto dovrebbe far domanda di cancellazione presso l’Ufficio Protesti della Camera di Commercio competente per zona; dopo questa scadenza le cose si complicano ulteriormente e l’esclusione dal credito può finire per protrarsi anche per molti anni.