orto

Storie di clienti PerMicro – Impresa

L’orto di Carmen e Licaj: impresa agricola a Borgofranco d’Ivrea

Carmen e Licaj si sono conosciuti otto anni fa e si sono sposati, oggi hanno un figlio di pochi anni.
La loro, tuttavia, non è una storia ordinaria: Licaj ha infatti terminato a novembre 2015 una pena detentiva di cinque anni. L’esperienza vissuta in carcere lo ha fatto soffermare su quanto volesse cambiare vita per la moglie, per se stesso e soprattutto per il loro bambino.

Appena terminata la pena, la famiglia si è trasferita a BorgoFranco d’Ivrea per avviare un’impresa agricola: grazie al microcredito all’impresa di PerMicro, i due giovani hanno così dato il ‘via!’ alla loro nuova vita.

Quali sono stati i passi precedenti? Come hanno potuto avviare l’impresa agricola “L’Orto di Carmen“?

Licaj ha seguito con profitto vari corsi di agronomia tenuti da volontari in carcere ottenendo il primo diploma di due anni presso l’Istituto Professionale Agrario Ubertini di Caluso. A partire da novembre 2014, ha potuto godere del beneficio di trascorrere l’ultimo periodo di detenzione presso la Comunità Santa Croce di Candia, con l’obiettivo di sviluppare una produzione agricola sia per fornire la mensa della Comunità di prodotti freschi, sia per offrire un’attività formativa ad altri detenuti ospiti. Licaj ha inoltre seguito un corso pratico di orticoltura offerto dal Comune di Romano Canavese.

Nell’ultimo anno ha coltivato produzioni ortofrutticole nei campi affidatigli e ha coadiuvato un orticoltore di Caluso usufruendo di una borsa lavoro offerta dal Comune di Caluso.
La collaborazione della moglie, Carmen, è stata fondamentale per il raggiungimento di questi risultati: lo aiuta nella coltivazione, nella raccolta e nella preparazione del prodotto per la vendita; si occupa inoltre di gestire e affrontare gli aspetti più burocratici e amministrativi dell’attività.

Il progetto di Carmen e Licaj è sostenuto dal Rotary – Distretto 2031, e, ancora più personalmente, dal dott. Nappa che ha preso a cuore il percorso dei due giovani imprenditori e continua ad accompagnarli e sostenerli.